State programmando un weekend lungo fuori porta? Il posto perfetto per noi è la Toscana!
Abbiamo fatto un tour di 4 giorni nella zona della Val d’Orcia e ce ne siamo davvero innamorati. Qui vi sveliamo i nostri consigli utili su dove mangiare e dove dormire in questo bellissimo territorio toscano. 

Dove dormire in Val d’Orcia
La base che abbiamo scelto per il nostro tour in Toscana è il B&B Follonico.
Potevamo scegliere uno dei tanti agriturismi tradizionali, ma abbiamo optato per questo casale di charme con sole 4 suite e siamo rimasti davvero soddisfatti ❤

Follonico casale toscana

Per posizione, ma soprattutto per il bellissimo stile italiano che strizza l’occhiolino a quello Nord Europeo è davvero il giusto compromesso per vivere in un ambiente che racconta continuamente storie passate ma guarda anche ad uno stile di vita contemporaneo.
Fabio e sua moglie Susanne di origine olandese ci hanno accolti nel migliore dei modi e ci siamo subito sentiti a casa.

vintage stile charme Folloinco B&B Toscana

Il Follonico è un B&B di charme e design che garantisce massima privacy e tranquillità assoluta. Il casale è in piena campagna, appoggiato sulle morbide colline toscane lontano da tutto e tutti, ma in realtà a soli 3 km da Montepulciano.

Follonico B&B di charme Toscana

Anche la colazione di ogni giorno è servita con prodotti che rispettano la filosofia slow food locale. Perfetta per iniziare al meglio la giornata!

Per noi questo è l’unico posto dove potete stare se passate in zona! 

suite B&B Toscana Montepulciano Follonico

Fabio è diventato il nostro mentore e ci ha consigliato tantissimi ristoranti e paesini meno turistici da visitare che ci hanno rapito gli occhi e il cuore.

Ecco le nostre tappe con i posticini più carini.

#ragoutour #ragoutoscano

Monteriggioni

Arrivando da Milano, prima di scendere verso la Val d’Orcia ci siamo fermati a Monteriggioni, prima di Siena. Davvero una roccaforte spettacolare, anche se troppo turistica per noi. Ma merita davvero uno stop soprattutto per mangiare i migliori pici del senese al Bar dell’Orso (consigliatissimo dai local). Si trova ai piedi del borgo sulla strada principale.

Montepulciano

Un bellissimo paese arroccato, proprio quello che pensate immaginando i borghi toscani, con scorci mozzafiato. L’unico problema è la grande quantità di turisti che si riservano per le sue strade. Ci sono centinaia di cantine aperte che offrono degustazioni di vino con stuzzichini di dubbia provenienza.

Noi vi consigliamo solo di fermarvi all’Alimentari Lo sfizio e farvi dare un panino con pane toscano, finocchiona e pecorino di Pienza. Eccezionale!

Montalcino panino e vino

Per fare una visita in cantina vi consigliamo le Cantine Salcheto Winery dove assaggiare un ottimo vino Nobile di Montepulciano. Mentre per una pausa caffè entrate all’antico Caffè Poliziano.

Il ristorante più famoso di Montepulciano è l’Osteria Acquacheta, dove pare che la fiorentina sia molto buona, ma occhio ai prezzi del vino!

Pienza

Fatevi un giro per Pienza, e dopo aver fatto il classico tour della via dell’amore, via del bacio e via della fortuna entrate nella macelleria sul corso principale a farvi un panino con porchetta e un bicchiere di rosso (occhio che il macellaio chiude in pausa pranzo dalle 13.30 alle 15).

Latte di Luna Ristorante Pienza

Se invece siete in orario per pranzo fermatevi alla Trattoria Latte di Luna che qui è un’istituzione, altrimenti se preferite una piazzetta più tranquilla e di meno passaggio andate all’Osteria Sette di Vino, deliziosa con i suoi tavolini fuori con le tovaglie a quadri bianchi e rossi.

Montefollonico

Prenotate una cena a Montefollonico all’Osteria La Botte Piena, in realtà una vera e propria enoteca con cucina. E che cucina! Piatti della tradizione toscana rivisitati con grande gusto.

Non fatevi intimorire dalla carta dei vini kilometrica, e chiedete consiglio al sommelier che saprà indicarvi il vino migliore per il vostro menù. Il paese è molto carino, ma alla sera è deserto, il suo silenzio saprà donarvi una perfetta buonanotte.

Bagno Vignoni

Un’incredibile ed enorme vasca di acqua termale calda è il centro il questo borgo antichissimo. Vederlo alla sera è ancora più suggestivo! Per mangiare qualcosina a pranzo o merenda andate alla Bottega di Cacio.

Bagno Vignoni tour

Se volete provare ad immergervi nell’acqua calda in modo letteralmente naturale, spostatevi di qualche km e andate ai Bagni di San Filippo. Attrezzatevi già dal mattino di asciugamano (se chiedete a Fabio del Follonico vi darà quelli da mare), costume da bagno e infradito per scoprite le terme più naturali che esistano! E soprattutto gratuite.
Mentre uscite da Bagno Vignoni fermatevi a fare una foto all’incredibile fila di cipressi del Poggio Covili.

Tra Bagno Vignoni e Chianciano Terme (quest’ultima città evitatela se non per passarci perchè è uno stabilimento anni ’60) c’è una delle nostre trattorie preferite di sempre: il Dopolavoro La Foce con ottima cucina tipica e un piacevole pergolato all’aperto. Davvero imperdibile!

In questa zona c’è anche un altro B&B di design molto interessante, quindi se al Follonico non dovesse esserci più posto, prenotate a La Bandita.

Il giorno che abbiamo fatto il tour meno turistico tra Lucignano, Chiusure d’Asciano, Abbazia di Monte Oliveto fino a Sant’Antimo e Montalcino è quello che abbiamo preferito di più. Qui si assapora la Toscana più autentica e si possono anche conoscere meglio anche le persone del luogo.

Lucignano d’Asso

Un borgo privato aperto al pubblico che conterà si e no 20 case. Tenuto benissimo e con degli scorci da mozzare il fiato, e soprattutto deserto! Perfetto per fare foto in tutto relax.
L’unica attività aperta in tutto il paese è uno storico Bar Alimentari, che dispone anche di alcuni tavolini fuori. Se volete stare nella calma più assoluta è il posto ideale.

Lucignano D'Asso tour

Chiusure d’Asciano

Il paesino non è nulla di spettacolare, ma dovete fare una tappa qui solo per assaggiare i leggendari pici al ragù della Licia. Un Bar Tabacchi (l’unico del paese, non potete sbaglaire) gestito da una nonna che qui è davvero conosciutissima. Sembra tutto un po’ improvvisato ma è il suo bello. Vi farà mangiare accanto allo scaffale delle scatolette di sott’aceti oppure al piano superiore dove praticamente sarete a casa sua.

Chiusure d'Asciano Bar Licia

Se da Licia non c’è posto, ripiegate sulla Locanda Paradiso: cucina casalinga toscana garantita!

Fate una tappa all’Abbazia di Monte Oliveto per fare scorta di un amaro buonissimo: il Flora di Monteoliveto, di cui la ricetta con 23 erbe medicinali è custodita dai monaci da vari secoli.

Abbazia Monteoliveto

Montalcino

Ci siamo poi diretti a Montalcino, anche qui purtroppo molto turistico, ma da vedere! Fermatevi per un caffè, o un bicchiere di vino ça va sans dire alla Fiaschetteria Italiana dal 1888, un bellissimo bar ed enoteca in stile liberty originale.
Se volete fare una vera degustazione da intenditori vi consigliamo di andare alle cantine Casanove dei Neri, fuori Montalcino paese.

La faischetteria italiana bar Montalcino

Dove mangiare la vera Chianina
Per una sera ci siamo lasciati andare a un ambiente più commerciale ma molto piacevole! La Fratta, storica azienda agricola della Val di Chiana qui alleva i migliori capi di Chianina per poi cucinarli direttamente nei suoi ristoranti. Noi abbiamo provato il bistrot La Toraia a Sinalunga ricavato nella vecchia stalla dei tori che è stata tutta rimodernata in stile industrial. Vi sembrerà di stare in una steak house a NY! Si mangia letteralmente sulle antiche mangiatoie, un’esperienza da provare. Consigliato per i burger di chianina e la fiorentina.

La toraia Sinalunga

Cortona

Ci siamo spinti fino a Cortona incuriositi dalla sua storia. La posizione della città è pazzesca, super panoramica anche sul Lago Trasimeno. Qui abbiamo acquistato dei braccialetti molto carini nel laboratorio dello scultore Antonio Massarutto.

Tornando verso Milano potrete fermarvi per un’ultima mangiata toscana a Barberino del Mugello presso il Ristorante Cosimo de’ Medici. Pare che lì la fiorentina sia spettacolare 😉

Annunci