Un viaggio attraverso i sapori più autentici della Provenza e Costa Azzurra. Da Nizza alla Camargue, passando per Saint Tropez e Marsiglia, tutti gli indirizzi di Ragoût Food per dormire e mangiare al meglio immergendosi del tutto nelle atmosfere più suggestive del Sud della Francia. Lasciatevi cullare da un road tour perfetto in ogni stagione.

IMG_0133

Ragoût Food ha deciso di tornare alle sue origini, e andare alla scoperta della cucina francese, in particolar modo di quella provenzale. E così, partendo da Milano, in 10 giorni, ha percorso un tour in auto tra Costa Azzurra e Provenza di circa 1900 km.

Ecco quali sono state le tappe del nostro itinerario provenzale, dove abbiamo cercato di conciliare il sapore del mare Mediterraneo con quello più speziato dell’entroterra.

Per ritrovare le foto su #Instagram di questo #ragoutour cercate #ragoutprovencal

1. ANTIBES

Antibes

Arrivare ad Antibes, dopo solo 3 ore e mezza di auto da Milano, è come arrivare su un altro pianeta. Il piccolo centro storico dai colori caldi e neutri, monocromatico, arroccato sopra il porto fa già intuire la bellezza straordinaria dei paesaggi della  Côte d’Azur.

Fatevi un giro sulla passeggiata esterna del centro storico di Antibes che dal porto arriva alle spiagge libere per poi farvi un tuffo. Una tappa obbligata è il mercato provenzale al coperto che ogni mattina invade la piazza principale col suo profumo di lavanda e prodotti tipici

Dormire

Hotel Royal Antibes – perfetto se desiderate una vista mare mozzafiato, in un hotel iper moderno con Spa, direttamente sulla spiaggia

Mangiare

Au Marche Provencal di giorno mercato di spezie e fiori, la sera sbucano tavolini dei ristoranti che si affacciano sulla piazza. D’obbligo ordinare le “moules” ovvero le cozze alla provenzale, servite nelle tipiche pentole colorate. L’atmosfera è un po’ caotica, ma molto caratteristica.

Les Arcades, Biot: Se volete spostarvi da Antibbes e provare la cucina tradizionale andate nel piccolo paesino di Biot, molto meno turistico di sera. In una piazzetta molto suggestiva ci sono “Les Arcades”. Una trattoria storica che qui è un’istituzione. L’ordinazione viene scritta sulla tovaglia e i piatti sono molto semplici, anche se il conto poi non è dei più economici.

2. SAINT PAUL DE VENCE – GOURDON – GRASSE

IMG_9715

Una delle strade più belle che possiate percorrere in macchina è la Route de Grasse che in giornata da Saint Paul de Vence vi farà arrivare fino a Grasse, passando per Gourdon.

Saint Paul de Vence, è senza dubbio uno dei villaggi provenzali più belli, decisamente mozzafiato. Gli atelier e le gallerie d’arte sono i veri protagonisti delle vie di questo paesino, in alta stagione affollate da turisti. Il consiglio è quello di girare nelle vie appena a fianco di quella principale, per scoprire scorci inaspettati e più tranquilli.

Gourdon

Percorrendo la Route de Grasse il panorama cambia velocemente e da quello rivolto verso il mare, ci si ritrova immersi nelle montagne. Si passa lungo i torrenti, vero paradiso degli amanti del canyonig e del kayak, per poi arrivare a Gourdon.

A differenza di Saint Paul de Vence, Gourdon è più piccolo, meno caotico e soprattutto più fresco. Fermatevi qui per un pranzo nel ristorante della piazzetta della Chiesa, da dove il panorama è davvero pazzesco.

Grasse

Riprendete la strada e arrivate a Grasse, città famosa per la produzione dei profumi francesi. La tappa d’obbligo è Fragonard, l’azienda storica che dal 1926 ha creato le essenze più conosciute. Qui potrete fare una visita gratuita e guidata ai laboratori e acquistare le profumazioni che più vi avranno inebriato.

Passate per la piazza principale e osservate una partita a “boule carré”, un gioco simile alle nostre bocce, ma fatto con cubi di legno colorati, che qui sembra essere lo sport Nazionale.

Dormire – La colombe d’or a Saint Paul de Vence – più che un albergo, “l’ami des gens de passage”. Un luogo incantato da cui sono passati artisti del passato e in cui fermarsi anche solo per un pausa ristoratrice o una cena.

Mangiare – Piazza della Chiesetta di Gourdon – Un ristorante forse un po’ turistico ma con una vista mozzafiato.

Shopping – Fragonard – Grasse – essenze, abiti e oggetti per la casa molto “profumati”.

3. SAINT TROPEZ

Saint Tropez

Se volete fare un tuffo nel simbolo della belle vie francese, passate da una delle più esclusive cittadine della Costa Azzurra. Forse a nostro giudizio ormai un eco di quello che fu. Della bella vita sono rimasti gli enormi yacht attraccati al porto e le signore ingioellate. Ma vale sicuramente fare una tappa per assaggiare un dolce da favola. A Saint Tropez è infatti d’obbligo (e un vero piacere) assaggiare la Tarte Tropezienne, una torta di brioche farcita con una crema dalla ricetta segreta, dal sapore unico. Provate la versione con l’aggiunta di fragole, una di quelle esperienze gastronomiche “rivelatrici” che ricorderete sicuramente.

Se volete fare un tour a Saint Tropez, vi consigliamo la bassa stagione, sia per i costi, ma soprattutto perchè la città non è ancora presa in ostaggio da orde di turisti, ma esprime la sua vera identità. Noi ci siamo tornati anche d’inverno e l’atmosfera è davvero incantevole.

Mangiare – Il Club 55, uno dei locali più storici di Saint Tropez, direttamente sulla spiaggia. Perfetto in tutte le stagioni per un pranzo a base di tartare e frites. Sicuramente non sarà un posto economico, ma la tartare qui è talmente buona che non ha prezzo.

Per stare sempre sul mare, un altro posto da non perdere è Les Jumeaux sulla spiaggia di Pampelonne. Qui abbiamo provato sempre la tartare sia di orata che di carne, (entrambe pazzesche) e le moules (cozze) con frites. Imperdibili!

La Tarte Tropezienne – Un nome storico della pasticceria francese. In ogni angolo della città c’è un loro locale dove potrete gustare una deliziosa fetta di tarte tropezienne originale.

IMG_9804

Se volete gustarvi invece i migliori croissant di Saint Tropez andate alla Boulangerie du Soleil vicino al porto, ma attenzione, creano dipendenza!

Shopping – Per comprare tovaglie, tovagliette, copriletti, plaid e asciugamani con fantasie tipiche tropezine e provenzali è d’obbligo fare una tappa a Le Marinette.

Gli unici sandali a la Tropezienne originali sono quelli di “Rondini”, non potrete andare via da Saint Tropez senza averne acquistato un paio.

4. LA CIOTAT – CASSIS

IMG_9847

La Ciotat

Un paesino su un porto, ma non uno di quelli turistici, uno di quelli veri, con grandi gru per costruire le navi. Può sembrare a prima vista meno affascinante delle altre mete più conosciute della Costa Azzurra, ma chi ha un occhio attento si innamora facilmente de La Ciotat.

Questo piccolo paesino vicino a Marsiglia è forse il più autentico e meno snob della costa. Qui abbiamo trovato i nostri “coup de coeur”: La Maison d’Odette e l’Epicerie.

Dormire – La maison d’Odette – Un vecchio palazzo vicino al porto, nel centro storico, con l’atmosfera che solo le case di mare sanno avere. I soffitti alti, i pavimenti originali di cotto, un piccolo angolo cottura con splendide ceramiche. Nulla è lasciato al caso, i dettagli fanno la differenza di questo luogo, rendendo tutto assolutamente perfetto. In ogni camera in dotazione vengono dati dei panama bianchi. (Non serve aggiungere altro per capire perché ci siamo innamorati di questo posto).

IMG_9862

La Maison de Marins – Gestito dagli stessi proprietari di La maison d’Odette, è un appartamento di 150 mq con tanto di terrazza con vista sul porto. Se viaggiate con amici o in famiglia qui starete più comodi, senza rinunciare allo stile.

Mangiare: L’Epicerie, a pochi metri da La Maison d’Odette, è un caffè – ristorante con cantina con i tavolini su una tranquilla e bellissima piazzetta. Qui si respira un’aria più internazionale e lo stile vintage e mediterraneo allo stesso tempo rende questo posticino un luogo perfetto per fermarsi. Ogni domenica è servito anche il brunch.

Le Four Pop – Il primo forno a legna aperto negli anni ’50 a La Ciotat, è stata preso in gestione dai proprietari della Maison d’Odette. Vi lasciamo immaginare cosa ne sia uscito fuori…da provare!

CASSIS

Prendete la macchina o la moto e da La Ciotat spostatevi a Cassis, percorrendo una strada con viste mozzafiato, la Route de Crete. Qui sarà impossibile non fermarvi ad ogni curva per ammirare il panorama.

Arrivate a Cassis e fate una passeggiata lungo il porto e nelle viuzze del centro storico. Ma poi ripartite verso le Calanques, le famose insenature rocciose che creano delle bellissime cale dove tuffarsi.

5. MARSIGLIA

IMG_0010

Non potete saltare il capoluogo della regione, anche se è una vera e propria città. Anche se l’atmosfera è meno vacanziera e turistica, anche qui ci sono delle vere chicche da non perdere.

Dormire

Mama Shelter – La catena di alberghi progettati da Philippe Stark ha un rifugio anche qui. Vale davvero la pena fermarsi anche solo per una notte. Un luogo stimolante e divertente, ironico, in ogni camera ci addirittura maschere da supereroi. La colazione poi è davvero pazzesca, una bomba. In estate ci sono anche delle offerte a partire da 99 euro a notte con colazione. Non potrete trovare nulla di meglio!

IMG_9917

Au vieux panier – Un B&B davvero originale con stanze una diversa dall’altra. Vi sembrerà di stare all’interno di un’opera d’arte, grazie alle camere pensate da vari designer in modo davvero divertente. C’è anche una deliziosa suite da 2 o 4 posti (il Pixtil Studio) con una piccola terrazza sui tetti di Marsiglia. Un vero gioiellino in uno stile bohémien contemporaneo.

Schermata 2015-01-12 alle 16.44.47

Mangiare

Le pieds dans le plat – Sicuramente la cena più felice del nostro tour. Da fuori sembra un normale Bistrot, ma la cucina è davvero sublime. Chiedete di sedere nel piccolo cortile sul retro. Ne rimarrete sicuramente soddisfatti.

IMG_9938

Shopping

Maison Empereur – Nato nel 1827 come ferramenta è oggi un grande store con oggetti per la casa di cui innamorarsi subito. Impossibile non portarsi a casa almeno un articolo. Disposto su più piani, è una scoperta continua, e ci potrete passare ore, senza rendervene conto.

Visitare

Notre Dame de la Garde – Occhio a volerci andare a piedi (è possibile anche arrivarci in macchina), vi aspetta una gradinata infinita. Ma se avrete voglia di affrontare la salita, sarete ripagati dalla magnifica vista sul mare e sulla città. Da lasciare senza fiato, letteralmente.

Mucem – Un Museo che sembra già esso tesso un’installazione d’arte. Dedicato all’arte antica e contemporanea Mediterranea è senz’altro una tappa obbligata se siete a Marsiglia.

6. ARLES

IMG_0077

Dormire

Hotel du Cloitre – Un luogo davvero speciale, che vi farà emozionare. Qui si respira il vero gusto francese per il design e il modernariato. Ogni camera vi stupirà e vi farà sentire davvero in un’altra epoca, non si sa se passata o futura.

IMG_0033

Mangiare

La Saladerie – Un posticino davvero minuscolo, ma che vi incanterà. Perfetto per un pranzo light con vista sull’antica arena romana, a base di pollo, insalata e frutta di stagione. All’esterno sono esposte cartoline e oggetti vintage in vendita.

Prima di andare a cena, fermatevi per un aperitivo al caffè proprio di fianco all’Hotel du Cloitre. L’atmosfera è davvero magica e vi sembrerà di essere in un film ambientato in Provenza.

IMG_0059

Le Gibolin – ottimo rapporto qualità/prezzo per questo ristorante frequentato sia da turisti che da gente del posto.

Visitare

La Fondation Vincent Van Gogh – una visita in questo tempio moderno dedicato al mito di Van Gogh è davvero d’obbligo. Ci sono mostre temporanee e permanenti sul grande artista post- impressionista. Salite sulla terrazza per ammirare una vista su Arles davvero mozzafiato.

7. CAMARGUE

IMG_0125

La camargue è un luogo selvaggio e magico. La natura è predominante e regala delle vedute davvero suggestive, percorrete in macchina la strada che da Arles porta verso Saint Marie de la Mer e fermatevi a contemplare le saline, i cavalli bianchi allo stato brado e se sarete fortunati, i fenicotteri rosa.

Ecco 3 cose da non perdere in Camargue:

Sainte Marie de la Mer – la piccola cittadina sul mare, famosa per il Festival Gitano che si svolge ogni anno, rievoca architetture spagnole e prospettive alla Sergio Leone. Sembra quasi di essere in un far west, grazie a tutti i vari maneggi cittadini che offrono gite a cavallo, che è sicuramente il mezzo migliore per visitare le paludi e le spiagge.

IMG_0216

Plage de l’Espiguette

Spostatevi a Ovest e raggiungete questa Spiaggia infinita. Alle spalle dune di sabbia bianca e davanti un mare grosso, che sembra quasi l’Oceano. Per gli amanti del Kite surf questo è un paradiso. Ma anche per chi ama far volare gli aquiloni.

Aigues Mortes

Una città che sembra un castello in mezzo al deserto, o meglio alle paludi. Questo villaggio fortificato è molto suggestivo, essendosi sviluppato da secoli solo all’interno delle mura fortificate. Vale sicuramente fare una visita e fermarsi qui per una cenetta. Fermatevi nella piazza principale dove troverete le brasserie con le migliori Moules e ostriche della camargue.

8. SAINT REMY DE PROVENCE

IMG_0257

Per noi è stato il paesino più affascinante che abbiamo visitato in Provenza. Turistico, ma con una grande personalità. Sarà molto difficile resistere ad uno shopping sfrenato.

Dormire

Hotel du Soleil – Sembra di entrare in un piccolo borgo, ma in realtà è tutto adibito ad uso turistico. Perfetto per chi viaggia in macchina essendoci un parcheggio interno. Questo hotel, che è anche Spa, è a due passi dal centro del paese e ha anche una deliziosa piscina in cui rilassarsi dopo una giornata di shopping.

IMG_0231

Mangiare

La cave aux fromages – Un piccolo e delizioso negozio di vendita formaggi, dov’è possibile anche fare un aperitivo con un tagliere buonissimo. Imperdibili i vari tipi di chevre.

Le bistrot de Marie – Un suggestivo ristorantino in tipico stile provenzale con ottimi piatti della cucina tipica. Non potete perdervelo, è il più frequentato del paese.

Shopping

IMG_0243

Place Favier – In una piazzetta incantata ci sono un caffè molto carino (Les filles du patissier) che ha tavolini sparsi per tutta la piazza e offre piatti biologici, un negozietto vintage bellissimo e sopra al caffè un altro negozio con marchi contemporanei (in stile squisitamente hipster). é uno dei posti che abbiamo amato di più del nostro viaggio, quindi passateci!

Le grand magazine – Una piccola boutique all’inizio del paese dove troverete accessori di tutti i tipi, sia vintage che nuovi. Pezzi unici o da collezionare.

9. PORQUEROLLES – AGAY (per stare a mollo nell’acqua, à pieds dans l’eau) 

IMG_0288

Porquerolles

Un’isola dalle spiagge caraibiche, da girare rigorosamente in bicicletta. Passate una giornata all’insegna dell’avventura intorno all’isola. La Plage d’Argent è sicuramente quella con l’acqua più bella, mentre la Plage di Notre Dame ha la vista più suggestiva.

Agay

IMG_0306

Le maobi beach – Se volete concludere la vacanza à pieds dans l’eau,  questo locale sulla spiaggia fa per voi. Il conto non sarà proprio a buon mercato, ma cenare sulla sabbia in riva al mare, e con una selezione musicale di bossanova non ha prezzo.

Per andare verso Nizza percorrete la strada costiera che da Saint Raphael arriva fino a Cannes. Rimarrete folgorati dai colori delle rocce rosse degli scogli a picco sul mare. Sembrerà di stare sul Grand Canyon in USA.

10. NIZZA

IMG_4267

Mangiare

Cafè de Turin – Tappa d’obbligo se passate da Nizza. Qui troverete “solo” grandi Plateau Royale di ostriche, gamberi e tutto quello che vorrete assaggiare. La varietà di ostriche Atlantiche è infinita! Il posto è storico (aperto nel 1908) e molto semplice, ma i prezzi sono giustissimi per l’altissima qualità dei prodotti. Consigliatissime le chele di granchio King Crab.

Le Sejour Cafè – Un posticino piccolo e intimo in rue Grimaldi dove degustare la vera cucina francese. Piatti elaborati e curati con una bellissima presentazione. Il conto non sarà proprio economico, circa sui 50/60 euro a testa ma per essere a Nizza, il rapporto qualità/prezzo è ottimo. Se non trovate posto, provate al suo ristorante “gemello” proprio di fianco. Stessa cucina e ambiente molto simile.

Le Rossettisserie – Un delizioso piccolo ristorante nella Vieille Nice che offre pochi (ma buonissimi) piatti di carne. Provate l’anatra con patate, non vi deluderà!

L’atelier du port – Un ristorante contemporaneo che interpreta la cucina francese in modo originale. Rimane dietro al porto, in una zona meno battuta dai turisti. Se non trovate posto, consolatevi con la Socca (la farinata tipica francese) dallo storico Chez Pipo, vicinissimo a l’Atelier du port.

Dormire

Hotel Villa Rivoli – Non troverete albergo con un rapporto qualità/prezzo migliore per stare a Nizza. Un piccolo e grazioso hotel, molto curato nella scelta degli arredi in stile provenzale e sorprendentemente economico.

Hotel La Villa – Se preferite stare invece in un ambiente contemporaneo e di design, scegliete questo albergo in via Victor Hugo, non rimarrete delusi.

Shopping

IMG_4281

Il posto migliore per fare shopping è il Marche des Fleur che tutti i giorni invade la piazza Saleya tra la Promenade des Anglais e la città vecchia. Qui potrete trovare fiori, saponi di marsiglia, lavanda, frutta e verdura di stagione e street food tipico come la Socca (una specie di farinata)

Aperitiv – una bottega in stile contemporaneo che vende tutto l’occorrente per fare un fantastico aperitivo con gli amici. Dai vini francesi a deliziose birre potrete sbizzarrisvi con le decine di varianti di tapenade, salsine da spalmare sul pane, la più tradizionale è quella con le olive nere.

Le Comptoir De Mathilde – Un paradiso fatto di barattolini pieni di generi di conforto (o comfort food, come preferite). Qui troverete le creme di cioccolata più buone che avrete mai assaggiato, aromatizzate con arancio, pistacchio, cannella, zenzero.

IMG_4334

Annunci